Un controllo preventivo sul numero di lavoratori utilizzato dalle aziende nelle aree colpite dal sisma del 2016. Se la quota non è adeguata alle caratteristiche dell’opera da realizzare, non sarà dato il permesso per iniziare i lavori.

Lo scrive stamane Italia Oggi, evidenziando  quanto previsto dall’ordinanza n. 58/2018 del commissario del governo per la ricostruzione del sisma 2016, in vigore dal 4 agosto scorso, che introduce il «Durc congruità», documento tramite il quale sarà certificata la congruità, appunto, del numero di lavoratori utilizzati dall’azienda per realizzare la singola opera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here