La città non è morta, anzi è la soluzione. Purché sia intelligente. La transizione ecologica e digitale non più solo a parole all’evento Sustainable Places, in programma da oggi al primo ottobre 2021 all’Eur di Roma.

Al Palazzo dei Congressi di viale della Pittura si parlerà di software per il controllo delle emissioni, prodotti per il risparmio dei consumi, piattaforme per misurare l’impatto della vegetazione, strategie per comunità energetiche, certificazioni dei flussi di energia, nuove idee per le smart city del futuro.

Al summit europeo su ricerche innovative all’interno delle politiche Ue, nel contesto del green new deal, si discuterà degli aspetti politici e delle attuazioni utili nelle pubbliche amministrazioni.

Alla manifestazione saranno presenti oltre 250 ricercatori, 1500 organizzazioni di ricerca, università da tutta Europa, saranno coinvolti oltre 150 progetti europei, per un valore di 876 milioni di euro (con il programma Horizon 2020). In presenza anche di player del pubblico e del privato, per riflettere su come scaricare a terra le tecnologie digitali e come applicarle alle comunità cittadine.

L’edizione italiana del 2021, ideata da R2M Solution e PPAN, co-organizzata con EUR Spa, si propone come piattaforma di networking. Tra gli argomenti prevalenti le tecnologie per le energie rinnovabili, le città e i distretti intelligenti, le comunità energetiche locali, focus sulla valorizzazione del patrimonio esistente, sulle opportunità specifiche per le comunità energetiche insulari, e ancora smart grid ed edifici ad energia positiva, attenzione alle certificazioni che considerano il ciclo di vita degli edifici. Dalla ricerca al mercato, evidenziando anche il ruolo delle produzioni e delle industrie sostenibili e mai dimenticando che le città giocano in questa partita un ruolo da protagoniste, come dimostra anche l’impegno della rete C40 nella creazione di centri urbani a neutralità climatica e più a misura d’uomo.

Tra gli ospiti della giornata del 30 settembre, Alberto Sasso (presidente Eur Spa) con un intervento dedicato ad un nuovo patto per l’Eur, Simona Bonafé (eurodeputata), Davide Rota (ceo Linkem Spa), Ivan Vigolo (responsabile Technology & Solutions Gruppo Acea), Stefano Stinchi (public sector director Microsoft Italia), Marco Marcatili (responsabile sviluppo Nomisma), Leandro Aglieri (presidente Laboratorio Smart City Roma Capitale), François Borrelli (ceo Numana), Luca Montuori (assessore all’Urbanistica di Roma Capitale).

IL SITO COMPLETO CON IL PROGRAMMAHome – Sustainable Places (SP)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here