“Si avvicina il termine dello stato di emergenza e sul tema del lavoro agile l’Amministrazione Gualtieri sembra lasciare i dipendenti capitolini in uno stato di incertezza.

A tal proposito, ho appena depositato una richiesta di convocazione della Commissione Personale di Roma Capitale rispetto ad una questione che investe l’immediato futuro organizzativo degli uffici e che non può essere procrastinata, anche perché non si può prescindere da una oculata programmazione che non può certo far rima con ‘improvvisazione’.

Il tema era già stato al centro dell’agenda politico-istituzionale dell’Amministrazione Raggi, durante la quale avevamo impostato un’idea di lavoro ben precisa che rispondeva alle nuove sfide imposte da una più moderna e innovativa organizzazione del lavoro.

Un argomento, a quanto pare, non prioritario per la Giunta Gualtieri, che continua a comunicare solo di miliardi del PNRR che, tuttavia, non devono diventare però una cortina fumogena rispetto ai tanti ulteriori temi da portare avanti.

Il mondo del lavoro è in perenne evoluzione e Roma Capitale non può rimanere ancorata ai concetti di quaranta anni fa.

Le indubbie opportunità offerte dallo smart working vanno sfruttate ed è quindi opportuno che si affronti con chiarezza e impegno un tema di grande rilevanza per il futuro della macchina amministrativa capitolina e rispetto al quale andranno a giorni prese decisioni molto importanti”.

Così in una nota Antonio De Santis, capogruppo in Assemblea capitolina della Lista Civica “Virginia Raggi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here