L’edizione romana de La Repubblica torna sulla questione buche. Gli interventi annunciati e quelli stabiliti al Senato: da 180 milioni richiesti dalla sindaca Virginia Raggi, nella manovra i fondi per riparare le buche di Roma sono scesi a 60 (in 2 anni, 40 milioni per il 2019 e 20 per il 2020) più 15 (in tre anni) destinati, però, al genio dell’esercito che avrà il compito di intervenire ma solo sulle “emergenze”.

La novità (che ha fatto infuriare le imprese edili romane che resteranno a bocca asciutta) – riporta il quotidiano – è l’utilizzo dell’esercito «ma solo in situazioni di emergenza». Al momento non si sa ancora chi e come dovrà dichiarare l’emergenza per le strade romane. Una cosa è certa: i militari si terranno lontani da interventi di “ordinaria manutenzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here