“Per dare regole al Mare di Roma l’assessore Veloccia si baserà sul nostro Piano di utilizzazione degli arenili.
Bene, ma attenzione. Il nostro Piano ha due pilastri: uno, l’indice di edificabilità, che riporta tutto al Piano regolatore a verde abbattendo il 50% del cemento e tutti gli abusi; due, l’eliminazione della spiaggia di Castel Porziano dal computo metrico per il raggiungimento del 50% di spiagge libere previste dalla legge regionale. Tenere dentro Castel Porziano significa lasciare più spazio agli abusi edilizi e non abbattere il lungomuro di Ostia, cosa di cui hanno approfittato molte giunte (di destra e di sinistra) negli anni passati.
Se Veloccia e Gualtieri vogliono apportare modifiche al nostro Piano, se ne discute, ma queste due previsioni non vanno toccate. Basta cemento, liberiamo le spiagge!”.
Così su Facebook il consigliere capitolino del M5s e vicepresidente dell’Assemblea capitolina Paolo Ferrara.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here