“Chiudere palestre, piscine, centri che promuovono l’attività fisica sarebbe una scelta sbagliata, figlia della fretta. Se garantiscono le necessarie precauzioni, sono  luoghi più sicuri di tanti altri, in cui preservare la socializzazione e insegnare ad applicare le norme di prevenzione dal contagio”. Così in una nota la senatrice Daniela Sbrollini, responsabile del dipartimento sport di Italia Viva e co-presidente dell’intergruppo Sport, salute, benessere.
“Coinvolgiamo tutto il mondo dello sport, ricordando che molti di sport professionale vivono: dagli allenatori a tutto l’indotto. I centri sportivi e le società agonistiche anche dilettantistiche hanno fatto investimenti per garantire la sicurezza.
È un controsenso immaginare di migliorare la situazione sanitaria fermando chi di cultura della prevenzione attiva vive”. Conclude Sbrollini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here