Si è trattata di una vera e propria “staffetta di solidarietà” quella che, nella giornata del 15,  ha visto protagonisti la Polizia Ferroviaria, il personale di Trenitalia ed il personale del Policlinico Umberto I di Roma.

Tutto è iniziato quando una signora, in stazione a Parma, ha avvicinato gli agenti del Posto Polfer, preoccupata di non riuscire ad inviare in tempo utile a Roma delle fragili provette, contenenti campioni ematici della figlia, che dovevano essere urgentemente analizzati dal medico che l’ha in cura. In casi come questo, la celerità è fondamentale e perciò gli agenti si sono subito adoperati perché il prezioso plico potesse raggiungere la Capitale quanto prima. Grazie quindi alla collaborazione dei colleghi del Settore Operativo di Bologna C.le e del personale di Trenitalia in servizio sui treni Freccia, le provette sono giunte integre a Roma, dove gli uomini della Polfer del Settore Operativo di Roma Termini hanno consegnato personalmente il materiale ai sanitari del Policlinico.

La signora, informata del buon esito della consegna, ha ringraziato tutti coloro che si sono adoperati per consentire alla sua famiglia di trascorrere un Natale un po’ più sereno.

Photo credit: Questura di Roma
Photo credit: Questura di Roma
Photo credit: Questura di Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here