“«Stagione nera» da Ostia a Fregene: incassi giù del 40%”. Questa l’apertura del Corriere di Roma in edicola stamattina. Questo weekend chiude l’estate in spiaggia. Crollo delle presenze dei turisti stranieri.

A pagina 2: “Stagione balneare flop, gli incassi giù del 40%. Turisti, crollo di presenze”. Magri fatturati rispetto al 2019, ma Ostia e Fregene hanno retto. Per tanti romani vacanze di prossimità. L’inatteso boom ad agosto.

“E’ stata una stagione molto difficile, era partita malissimo, tra le paure comprensibili della clientela che poi però ci ha dato fiducia – riassume Simonetta Mancini da Balnearia Litorale –. Erano anni che non vedevo Fregene così piena: abbiamo notato come molti abbiano scelto periodi più lunghi per godersi un posto che ritenevano sicuro. E luglio e agosto sono stati molto affollati”.

Sul litorale del Comune di Fiumicino – si legge nell’articolo di Valeria Costantini – nonostante il clima ancora estivo, è tempo di chiudere lettini e ombrelloni: oggi infatti, da ordinanza del sindaco Esterino Montino, termina la stagione balneare, in anticipo sul solito finale mensile. Da Fregene a Maccarese a Focene, in teoria l’estate è ufficialmente finita. Già si parla di una proroga per gli stabilimenti, una destagionalizzazione che però ha dei costi per le strutture e andrà programmata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here