“Oggi ho effettuato un sopralluogo al cantiere dei lavori per la messa in sicurezza del tratto della provinciale che conduce ai monasteri benedettini ed ai comuni di Jenne e Vallepietra, che nel novembre del 2018 fu interessato da una frana che invase completamente la carreggiata impedendo il traffico degli autoveicoli in entrambi i sensi di marcia. La Regione Lazio per questo intervento ha stanziato oltre un milione di euro. La soluzione progettuale adottata combina la complessa situazione dei luoghi ed un giusto rapporto costi-benefici per ottenere un adeguato fattore di sicurezza per il terreno sottostante l’Abbazia di Santa Scolastica e per il traffico veicolare del tratto stradale interessato. I lavori saranno completati prima di Natale e ripristineranno di fatto la regolare circolazione su questo importante tratto della strada provinciale che collega i comuni di Jenne e Vallepietra”.

Così in una nota l’assessore regionale a Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri che questa mattina ha effettuato un sopralluogo sul tratto Abbazia Santa Scolastica della  provinciale Jenne Vallepietra nei pressi di Subiaco in provincia di Roma.

Al momento risulta completata la paratia di pali in cemento armato realizzata per poter scongiurare problematiche future al Monastero di Santa Scolastica e sono in corso le lavorazioni relative alla realizzazione del muro di sostegno al piede della scarpata di lunghezza di circa 25 metri e alto 3,50 metri. L’intervento si completerà con la realizzazione di una rete di rafforzamento in aderenza alla scarpata fissata con una maglia di chiodature di ancoraggio.

“Sono oltre 20 gli interventi che rientrano nel piano di difesa del suolo nel territorio del Lazio, opere che riguardano la mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico per complessivi 22,7 milioni di euro. Lavori che la giunta Zingaretti ha finanziato sempre in tempi brevi con l’obiettivo di restituire ai cittadini sicurezza e piena accessibilità della rete stradale che è possibile garantire solo con una manutenzione costante e attenta”, conclude Alessandri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here