“Termini satura, pendolari nei guai”. Così apre l’edizione odierna del Corriere di Roma. Grande successo dell’alta velocità, ma a scapito del trasporto locale. Interrogazione del Pd. La puntualità dei treni tra i principali centri del Lazio è scesa di due punti nel 2018. «Urgente un piano di interventi».

A pagina 2: “Termini e l’alta velocità, ingorgo treni in stazione. Danneggiati i pendolari”. Interrogazione in Senato di Astorre (Pd): aumenta il traffico dei convogli super rapidi ma crescono i ritardi perle linee regionali.

il senatore Pd Bruno Astorre, membro della Commissione Lavori pubblici e Trasporti di Palazzo Madama, intende portare il tema proprio nella Commissione del Senato, sotto forma di interpellanza parlamentare, allegando i dati del portale informativo di Rfi. Solo per Termini i volumi dell’alta velocità sono cresciuti in modo esponenziale: dai 734 treni del 2015, ai 963 previsti nel 2019. “La stazione è vicina al punto di saturazione – spiega Astorre nella denuncia -. Una situazione che incide su pendolari, turisti e centinaia di professionisti che lavorano e operano tra Roma e Milano».I numeri dell’alta velocità a livello nazionale, del resto, non accennano a diminuire, con un incremento, negli ultimi 4 anni, del 65% dei convogli diretti, passati dai poco più di 67 mila ad oltre 111 mila. (…). Alla grande crescita di domanda dell’alta velocità – riassume il senatore – va accompagnata una nuova fase di gestione e di interventi che sono ormai urgenti perché la situazione di criticità sta coinvolgendo anche il trasporto regionale dove la puntualità è scesa di quasi 2 punti”.

Dal bilancio emerge che il 2018 è stato l’anno nero dei treni veloci, con un peggioramento di 5-6 punti percentuali medi. Ritardi che ovviamente – si legge sul quotidiano – «intasano» i binari della stazione di Roma, con riflessi gravi per la puntualità dei regionali, scesa dal 58,6% al 57,4% e dal 92,5% al 91,6% se si considera la fascia di 5minuti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here