“Fra confusione e ritardi conclamati, il lavoro della nuova amministrazione sul fronte trasporti è sempre più deludente. Il ritardo di questa maggioranza e la fretta di portare in Aula un documento dove tutti siamo contrari, compreso l’assessore Patanè che oggi lo ha apertamente ammesso, hanno precluso il dibattito con le associazioni, come ribadito stamane in commissione congiunta Mobilità e Bilancio dal Comitato pendolari Roma Nord e comitato pendolari Roma Lido che vi hanno partecipato.
Infatti, la delibera che trasferisce i rami di aziende importanti della Roma-Lido e della Roma-Viterbo alla Regione Lazio arriva nelle competenti commissioni, come sottolineato dal Segretariato Generale, con i termini scaduti. Lo diciamo subito: il documento mette in atto quello che noi avremmo voluto scongiurare, ovvero la svendita del capitale. Per noi la questione era chiara e delineata sin dall’inizio: la linea doveva passare a Roma Capitale. Proprio perché la Regione è stata il problema in questi anni.
Sentire l’Assessore Patanè dire che non crede a quello che sta facendo perché la pensa diversamente, la dice lunga su come si stanno muovendo. Praticamente siamo tutti d’accordo del contrario, ma facciamo quello che dice Zingaretti senza battere ciglio. 
Il fatto che non abbiamo potuto esprimere un parere nei termini previsti in commissione a causa dei ritardi accumulati è un fatto gravissimo e mostra ai romani il fallimentare operato dell’organo di indirizzo politico presieduto dalla maggioranza e l’arroganza dell’assessorato che rende conto al sindaco Gualtieri.
Infine, una battuta sul presidente della Regione Lazio. I ritardi e il flop degli annunci che abbiamo visto in questi giorni sulla Roma-Lido e le corse cancellate sulla Roma-Viterbo sono tutte chiare responsabilità di Zingaretti, in questi anni latitante sul fronte trasporti e che anzi ha dimostrato come negli anni ha inteso svendere il servizio ai privati”.
Così in una nota il consigliere capitolino e vicepresidente dell’Aula Giulio Cesare Paolo Ferrara (M5S).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here