“Turismo, timida ripresa «Tornati i buttadentro»”. Così apre stamattina l’edizione romana de La Repubblica. I camerieri a caccia di clienti in Centro. Tra i 20 nuovi contagi un bimbo di 8 anni.

A pagina 2: “«Noi a caccia di turisti». In Centro l’invasione dei «buttadentro» h24”. Così ristoranti e locali si contendono i clienti a tutte le ore del giorno e della notte. “Siamo fiduciosi, ci sono segnali di ripresa anche se lenta”. Il fenomeno da Trevi a San Pietro. E compaiono le Vespe di Vacanze romane.

“Chiamiamola «ripresina». O almeno così sembrerebbe girando per le zone di Roma a più alto tasso turistico. E alcolico, naturalmente – si legge nell’articolo di Alessandra Paolini – Con i “buttadentro” dei locali tornati a spartirsi nuovamente la torta. Che rispetto a un anno fa non è più a strati, piena di panna e meringhe, ma un misero pasticcino da tè. Di quelli, secchi e compatti. Una “lingua di gatto”, si potrebbe dire, se non fosse che attorno all’osso della ristorazione romana ci sono sempre più cani a volerlo spartire. Francesi, qualche inglese, un po’ di olandesi e nel 90 per cento dei casi, italiani: sono loro i pochi vacanzieri che in questi primi giorni di agosto si sono riaffacciati tra i monumenti e le piazze della città eterna (…)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here