Utilizzare le nuove tecnologie digitali per rilanciare il turismo sul territorio, fornendo alle amministrazioni gli strumenti innovativi necessari per promuovere attrazioni ed eventi, proteggere e tutelare il patrimonio artistico e culturale e rendere disponibili in tempo reale i dati e le informazioni utili per definire le azioni necessarie ad aumentare l’attrattività complessiva di questa area. Sono questi gli obiettivi di “ARCHEM – Augmented Reality for Cultural Heritage in Etruria Meridionale”, il progetto di innovazione turistica che vede tra i propri partner Unindustria, i Comuni di Civitavecchia e Tolfa, The Adecco Group (Mylia), Consoft Sistemi, Ro Technology, Università di Roma La Sapienza, i poli culturali di Tolfa e delle Terme Taurine di Civitavecchia e alcune realtà imprenditoriali locali.

 

L’iniziativa è stata illustrata durante un incontro presso la sede di Unindustria Civitavecchia, al quale hanno partecipato Stefano Cenci, presidente di Unindustria Civitavecchia, il vice sindaco di Civitavecchia Massimiliano Grasso, il sindaco di Tolfa Luigi Landi, Sara Toticchi, EU funding Manager di The Adecco Group, e in collegamento remoto tutti i partner di progetto. Unindustria e le Amministrazioni comunali di Civitavecchia e Tolfa hanno manifestato sin da subito il loro appoggio al progetto, convinti che l’impiego delle nuove tecnologie e dei servizi digitali nell’ambito della valorizzazione, fruizione e gestione dei beni culturali possa determinarne un significativo impulso e crescita, anche e soprattutto a beneficio delle filiere ad esse collegate.

 

“Oggi più che mai, in un momento in cui l’emergenza sanitaria ha determinato una crisi senza precedenti per il settore del turismo, è fondamentale sostenere e promuovere le iniziative ad alto valore aggiunto per il sistema imprenditoriale territoriale, per far sì che il patrimonio culturale e le varie attività di entertainment sul territorio non si disperdano e possano essere fruite in modo sicuro, consapevole e innovativo”, ha detto Stefano Cenci presidente di Unindustria Civitavecchia.

 

“È un progetto che valorizzando i patrimoni storici e culturali di Civitavecchia e Tolfa può costituire un modello di promozione turistica da estendere a tutte le bellezze e i monumenti cittadini e ai territori circostanti. L’iniziativa mette a sistema istituzioni, competenze e capacità imprenditoriali in un momento in cui azioni di marketing territoriale come questa devono preparare il campo per la ripresa del turismo e del crocierismo”, ha dichiarato il vice sindaco e assessore al Turismo e all’Innovazione Massimiliano Grasso.

“Si tratta di un progetto di elevata qualità tecnologica con partner di prestigio – ha afferma il sindaco di Tolfa Luigi Landi -, capace di aumentare in maniera determinante l’attrazione turistica nazionale e internazionale dei siti storici e culturali dei comuni di Tolfa e Civitavecchia. Per Tolfa si tratta del completamento di un lavoro che ha visto il borgo collinare protagonista di una grande ascesa in termini di promozione delle attività culturali e di eventi di livello assoluto”.

 

Per Sara Toticchi “il progetto è risultato vincitore dell’Avviso regionale n. 7 “Beni Culturali e Turismo”, attraverso cui la Regione Lazio ha inteso favorire l’ambito della R&S per la riqualificazione e il rafforzamento della competitività del sistema economico-imprenditoriale nel settore turistico, in coerenza con le aree di specializzazione della Smart Specialisation Strategy regionale. In particolare, grazie alla collaborazione e alla sinergia fra i partner e alcuni player sul territorio verrà realizzata una piattaforma digitale innovativa, che consentirà di costruire percorsi turistico-culturali ed un marketpalce virtuale da modulare in base alle esigenze delle amministrazioni e/o di loro reti territoriali, attraverso il dispiego di contenuti e tecnologie, dalla realtà aumentata ai sensori per il monitoraggio ambientale, dal machine learning alla data analysis”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here