Per chi sta lottando contro il cancro la pandemia Covid-19 ha rallentato diagnosi precoce, trattamenti e follow-up, compromettendo severamente prognosi e, quindi, quantità e qualità di vita con significativi costi socio-sanitari”, ricorda il Presidente della LILT Francesco Schittulli che, con l’avvicinarsi del prossimo 4 febbraio, World Cancer Day, sottolinea l’urgenza del vaccino anti Covid per i pazienti oncologici. “Se non difendiamo i malati da questo virus la battaglia contro il cancro è persa in partenza: sia per chi dovrebbe eseguire gli screening e, quindi, diagnosi precoce, sia per coloro che si sottopongono alle cure, sia per coloro che hanno vissuto l’esperienza cancro e si trovano nella delicata fase del recupero del proprio corpo e della propria vita dopo la malattia”. E ha aggiunto: “Come LILT chiediamo che i pazienti oncologici vengano vaccinati quanto prima mettendo a disposizione, laddove possibile, una collaborazione con i dipartimenti prevenzione delle Regioni, attraverso  la nostra rete di ambulatori diffusa su tutto il territorio nazionale per la creazione di punti vaccinazione dedicati ai malati oncologici”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here