“…Questo non è amore” è lo slogan che la Polizia di Stato ha scelto di legare al progetto contro la violenza sulle donne.

Sono state diverse le iniziative di sensibilizzazione sul fenomeno, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, a Roma sino ad arrivare a Civitavecchia.

All’Università la Sapienza di Roma si è svolta la III edizione dell’evento “ Sapienza in Rosa” dove erano presenti il camper della Polizia  di Stato della campagna “Questo non è amore”, con gli investigatori, i medici e gli psicologi pronti a dare consigli e ad ascoltare, e stand legati al benessere psicofisico delle studentesse  e delle donne della Comunità Sapienza.

Al Centro Italiano di Solidarietà Don Mario Picchi i poliziotti del commissariato Tor Carbone hanno accolto circa 60 persone, per lo più donne, alcune delle quali seguite dallo stesso centro per violenze e maltrattamenti subiti. Nel corso dell’evento è stata rappresentata e spiegata la nuova normativa denominata “Codice Rosso”, soffermandosi sul cosiddetto “Modulo Eva”. Al tavolo degli operatori erano presenti funzionarie volontarie dell’ “ASSOLEI Onlus” operanti nell’VIII  Municipio di Roma, nonché un istruttore di difesa personale della “FEDERKRAVMAGA Italia”.

A Civitavecchia la  mattinata si è aperta con una  passeggiata sportiva “in rosa”, partita da Largo Marco Galli intorno alle ore 9,30 e conclusasi in Piazzale degli Eventi. Qui, ad attendere tutte le partecipanti e gli altri cittadini presenti il camper rosa della Polizia di Stato impiegato nella campagna “Questo non è amore”. Sono stati poi distribuiti opuscoli e volantini per informare le persone su cosa fare in presenza di violenza di genere ed  a quali enti del territorio rivolgersi in caso di necessità.

Alla presenza del Vescovo di Civitavecchia, Mons. Luigi MARRUCCI, del Sindaco e di tutte le autorità civili e militari, sono state ricordate, in un momento di raccoglimento, tutte le donne vittime di violenza. Molto commovente il ricordo, alla presenza dei familiari, di Pamela MASTROPIETRO, la giovane uccisa a Macerata nel gennaio dello scorso anno.

In Piazzale del Pincio, proprio in concomitanza con la XVI edizione della  “European basketball week”, organizzata  dalle associazione di volontariato e sportive del territorio, si sono volute coinvolgere le famiglie ed i bambini, con l’impiego di unità a cavallo e cinofile; infatti, tutti hanno potuto apprezzare la buonissima “Witney”, giovane labrador della Polizia di Stato che non ha risparmiato coccole e scodinzolii ai partecipanti.

Nel pomeriggio “la carovana” si è trasferita al centro commerciale “La Scaglia” dove è proseguita la campagna informativa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here