Per ricordare la Giornata Internazionale per le vittime della tortura il 26 giugno le “Visite Guidate Teatralizzate” inaugurano “La Repubblica Romana: Mazzini e Garibaldi prima che fossero 1000”. Viaggio in costume al centro della epica battaglia tra francesi e garibaldini.
Se dovessimo percorrere un excursus storico  scopriremmo che per secoli la parola “tortura” è stata al centro di grandi eventi epocali  e numerosi popoli la utilizzavano come strumento lecito. Oggi fortunatamente molte antiche pratiche sono andate in disuso e diventate illegali, ma la sensibilizzazione rimane fondamentale. Il 26 giugno ricorre la Giornata internazionale per le vittime della tortura (intesa in ogni sua forma) e l’agenzia I Viaggi di Adriano ha deciso di sottolineare il proprio impegno verso i più deboli con l’inaugurazione di una nuova Visita Guidata Teatralizzata, creata dalla fervida mente dell’autore e regista Luca Basile che con la compagnia Fenix 1530 e le guide de I Viaggi di Adriano mette in scena:
“La Repubblica Romana: Mazzini e Garibaldi prima che fossero 1000”.  Un passaggio storico importante, un sogno divenuto realtà 100 anni dopo, con la scelta finale della Repubblica nel 1946, dopo la parentesi monarchica e fascista. Un ideale che questi ragazzi difesero  strenuamente, anticipando i tempi e che ha visto il sacrificio di tanti giovani accorsi nel 1849 a Roma per difendere un ideale.  In quell’anno infatti per un incredibile caso del destino Giuseppe Garibaldi, Anita ed il triumvirato di Giuseppe Mazzini, Carlo Armellini e Aurelio Saffi, ma anche Goffredo Mameli Nino Bixio, Angelo Masina, Colomba Antonietti, Ernico Dandolo tutti i più grandi patrioti italiani, si sono ritrovati nella capitale per difendere La Repubblica romana.
L’epica battaglia tra francesi e garibaldini, lo spirito di quei momenti di grande concitazione , l’ultimo esperimento di libertà che ha investito l’Europa e nel quale centinaia di ragazzi si trovarono a combattere contro la più grande armata d’Europa, l’esercito di Napoleone III, tenendola in scacco per 5 mesi in nome dell’Italia unita, della costituzione e dell’idea di Repubblica. 5 mesi in cui a Roma c’erano solo cittadini e non più sudditi. Molti perirono, alcuni furono probabilmente torturati o presi prigionieri ma quelle conquiste sono ora nella nostra Costituzione già dal suo articolo 1: l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro.
A questi eroi è dedicata la nuova visita guidata teatralizzata che intende riportare i visitatori a vivere quella battaglia con gli attori in costume ed una guida, pronti ad un tuffo nel passato tra speranze, conquiste e sofferenze. Teatro dell’iniziativa sarà il Gianicolo, scenario al quale si arriverà attraverso un percorso con partenza da Largo 3 giugno 1849 con ingresso da Villa Pamphilj in diversi orari: 19.00, 19.45, 20.30, 21.00 per un viaggio alla scoperta  di uno spaccato del nostro Risorgimento avvincente che in pochi conoscono, frutto di svariate ricerche e studi. Una vicenda piena di emozioni che difficilmente si può studiare sui libri. Info e prenotazioni 3343006636 o www.iviaggidiadriano.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here