L’Associazione Culturale Itinera ha fornito aggiornamenti sulle attività in programma in questo mese di gennaio. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria su info@itinera.biz

www.itinera.biz per il programma completo (visite, viaggi culturali, gite)

 

Domenica 5, ore 16.00 (Dott. G. Marone)
L’ARA PACIS AUGUSTAE. Nella nuova veste architettonica progettata dall’architetto Meier, l’altare che l’imperatore Augusto innalzò per celebrare la pacificazione di Roma e dell’Impero dopo decenni di guerre. Ammireremo la ricca decorazione scultorea del recinto e dell’altare intrisa di profondi significati ideologici e ricca di pregio artistico.
App. in piazza Augusto Imperatore, alla biglietteria. Ingresso gratuito (prima domenica del mese). Contributo € 7,50.

 

Venerdi 10, ore 15.30 (Arch. M. Eichberg)
L’ACQUARIO ROMANO. Inusuale costruzione realizzata tra il 1885 ed il 1888 dall’arch. E. Bernich, evidenzia negli esterni un recupero fedele della romanità archeologica e nell’interno un richiamo al liberty. L’edificio voleva intrattenere l’elite dei funzionari ministeriali arrivati nella nuova capitale con esotiche mostre di piscicoltura. Un monumento che sorprende.
App. in via Filippo Turati, angolo via Rattazzi. Contributo € 7,50.

 

Sabato 11, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
MUSEO “RADICI DEL PRESENTE”. Un Museo, poco noto, che espone reperti archeologici della collezione delle Assicurazioni Generali. Gli “oggetti”, valorizzati da un moderno allestimento scenografico, provengono dall’acquisizione di Palazzo Poli da parte di Generali, dalla raccolta Merolli e soprattutto dagli scavi del 1902-1904 per la costruzione del Palazzo di piazza Venezia, probabilmente, pertinenti ad un’insula del II-III secolo d.C.
App. via Quattro Novembre, angolo via C. Battisti. Gratuiti ingresso e servizio guida del Museo. Contributo € 7,50.

 

Domenica 12, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
EDIFICI ROMANI SOTTO S. MARIA IN VIA LATA. Sotto la chiesa sono conservati ambienti romani trasformati, nel V secolo d.C., in una cappella sede di una delle prime diaconie romane, dove è stato trovato il celebre ciclo di affreschi dei Sette Dormienti. Le strutture del portico neroniano, le trasformazioni nella diaconia paleocristiana e gli affreschi del VII secolo.
App. in via del Corso 306, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 3,50.

 

Domenica 12, ore 16.00 (Dott.ssa G. Squilloni)
S. ONOFRIO AL GIANICOLO. La chiesa fu costruita nel XV-XVI secolo sul luogo di un più antico romitorio. All’interno opere di Baldassarre Peruzzi e Antoniazzo Romano. Il convento con il quattrocentesco chiostro a due piani affrescato nel 1600 dal Cavalier d’Arpino con Storie di S. Onofrio. Torquato Tasso fu sepolto nella chiesa, divenuta da allora tappa di artisti e letterati.
App. in piazza S. Onofrio 2. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

 

Sabato 18, ore 10.30 (personale interno)
LA VILLA DEL PRIORATO DI MALTA. La sede storica del Gran Priorato di Roma dei Cavalieri di Malta, è ospitata in un suggestivo angolo della sommità dell’Aventino Il luogo, che già nel X secolo era occupato da un monastero benedettino fortificato, passò ai Templari e poi ai Cavalieri Ospitalieri. In uno splendido giardino e in posizione scenografica sul sottostante fiume, sorge la chiesa di S. Maria del Priorato, unica opera architettonica di G.B. Piranesi, noto soprattutto come celeberrimo incisore del Settecento.
App. in piazza dei Cavalieri di Malta 4. Contributo € 7,50.

 

Sabato 18, ore 16.00 (Dott.ssa M. Mettei)
IL MUSEO BARRACCO. Museo formato dalla prestigiosa collezione di sculture antiche che Giovanni Barracco, ricco gentiluomo calabrese, donò al Comune di Roma nel 1904. Il Museo presenta un interessante excursus sulla scultura antica, con opere originali egizie, greche, etrusche e romane, raccolte dal noto collezionista ottocentesco. L’interessante architettura del palazzo cinquecentesco definito la Piccola Farnesina ai Baullari.
App. in corso Vittorio Emanuele II 158. Ingresso gratuito. Contributo € 7,50.

 

Domenica 19, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
GLI OBELISCHI EGIZI DI ROMA ANTICA. Passeggiata tra gli antichi monoliti di granito, alcuni provenienti dall’Egitto, altri copie realizzate a Roma su modelli africani, che fin dall’epoca di Augusto abbelliscono la città di Roma. La loro origine, il significato e la storia del loro ritrovamento.
App. in piazza della Minerva, sotto l’obelisco. Contributo € 7,50.

 

Domenica 19, ore 16.45 (Dott. B. Mazzotta)
IL SEPOLCRO DEGLI SCIPIONI. La celebre tomba del III secolo a.C. appartenuta all’aristocratica famiglia della Roma repubblicana. Lungo i corridoi scavati nella roccia si ammirano i sarcofagi con le iscrizioni in versi, che ci raccontano le imprese militari e le virtù civiche di consoli, questori, censori ed edili che hanno sconfitto Cartagine e fatto la storia di Roma.
App. in via di Porta S. Sebastiano 9 (m. 250 da Porta S. Sebastiano). Biglietto € 4,00 (gratis con MIC card) + contributo € 7,50.

 

Sabato 25, ore 09.40 (personale interno)
IL MUSEO STORICO DEI VIGILI DEL FUOCO. All’interno della storica Caserma dei Vigili del Fuoco di Roma risalente al 1928, avremo modo di visitare il Museo Storico. Inaugurato nel 2002, ospita strumentazioni antiche, ricostruzioni scenografiche, laboratori, sale multimediali che illustrano l’evoluzione dell’organizzazione del soccorso nella città di Roma, dall’antichità ai nostri giorni. Un’esperienza che stupirà.
App. in via Marmorata, angolo via Galvani. Contributo € 7,50. prenotazione entro il 20 gennaio

 

Sabato 25, ore 15.00 (Dott. B. Mazzotta)
IL COLOMBARIO DI POMPONIO HYLAS. Una sotterranea sepoltura costruita e parzialmente scavata nella roccia nella prima metà del I secolo d.C., è caratterizzata da un ricco apparato figurativo, composto da eleganti affreschi e raffinati stucchi. All’interno della camera funeraria sono presenti un mosaico in paste vitree e conchiglie, iscrizioni su tabelline in marmo e olle cinerarie con i resti dei defunti. Un vero e proprio gioiello dell’arte funeraria romana.
App. in via Porta Latina 10 alla porta. Ingresso € 4,00 (gratis con MIC card) + contributo € 7,50.

 

Domenica 26, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
CIRCO, FONTI, DOMUS E TERME PRESSO PORTA CAPENA. Passeggiata alla scoperta dei monumenti dell’antica Roma prospicienti l’area della Porta Capena delle Mura Serviane. Il Circo Massimo, la fonte ed il bosco delle Camene, legati agli incontri tra Egeria ed il re Numa Pompilio, la domus Septem Parthorum, i cui resti sono visibili presso lo Stadio delle Terme di Caracalla, i resti su cui si è impiantata la chiesina di S. Maria in Tempulo.
App. in piazzale Ugo la Malfa (sotto la statua di Mazzini). Contributo € 7,50.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here