“Tra meno di un mese riapriranno le scuole e la prima campanella non è cosi’ lontana come lo è l’organizzazione per la manutenzione ordinaria scolastica che va dalle strutture alla raccolta dei rifiuti. Ad oggi ci sono aule di scuole pubbliche che non sono pronte ad accogliere gli alunni, per via di una manutenzione non fatta e con la stagione delle piogge si rischia quello cha abbiamo visto negli anni passati; ossia entrate di scuole allagate e la pioggia nelle aule. Oltre a questo c’è il rischio della raccolta dei rifiuti nelle scuole e nelle loro mense. Le cooperative che si occupano del ritiro dei rifiuti non domestici sono senza personale e senza mezzi e molti bandi sono a scadenza naturale e di certo le ditte non assumeranno personale per poche settimane. L’estate per i cittadini e per i lavoratori è un momento di relax ma per le amministrazioni dovrebbe essere il momento della prevenzione e dalla preparazione all’autunno, alla stagione delle piogge e del rientro a scuola per gli alunni. Sarebbe il momento per gli amministratori di programmare alle famiglie i servizi di qualità ed invece anche questa volta ci ritroveremo ad assistere a scene di strade allagate, di scuole non pronte e cittadini che si troveranno a passare ore al telefono o a scrivere email per segnalare problemi che il Campidoglio in questo periodo dell’anno avrebbe dovuto prevenire”.

Così in una nota Flavio Vocaturo del PD Ama. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here