“Con la terza edizione del bando aumentiamo ancora una volta le risorse e ribadiamo la centralità dei giovani nelle nostre politiche di sviluppo, investendo sui nostri ragazzi e le nostre ragazze per creare un’idea di sviluppo moderna e un futuro migliore”, così il Presidente della Regione Lazio,  Nicola Zingaretti annuncia la pubblicazione della III Edizione del bando Dottorati di Innovazione per le Imprese e le PA della Regione Lazio.

Saranno messi a disposizione 5.731.000 milioni per borse di studio che prevedano la realizzazione di percorsi triennali di dottorato di innovazione da svolgersi in Italia e all’estero con caratteristiche di elevato profilo scientifico e con particolari requisiti di qualità e di respiro internazionale.

Destinatari dell’intervento, i giovani laureati che abbiano conseguito il titolo di studio da non oltre 5 anni.

L’importo complessivo della borsa triennale è di:

•             68.081,46 euro nel caso in cui il dottorato sia solto interamente in Italia

•             73.068,90 euro nel caso in cui preveda 30 mesi in Italia e 6 all’estero.

I progetti potranno essere presentati fino alle ore 12:00 del 14 ottobre 2022 attraverso la procedura telematica accessibile dal sito http://www.regione.lazio.it/sigem previa registrazione e conseguente rilascio delle credenziali di accesso.

Questa terza edizione mantiene la struttura di quella precedente, con due distinte tipologie di dottorati, quelli in collaborazione con imprese ed enti pubblici del territorio e quelli da realizzare insieme alla Pubblica Amministrazione regionale.  Le precedenti edizioni, tuttora in corso di attuazione, hanno raggiunto livelli di performance significativi sia dal punto di vista numerico che finanziario: sono state messe in campo risorse per finanziare circa 100 borse di dottorato di innovazione per ogni edizione, per un impegno finanziario complessivo di circa 8 milioni di euro. Lo scorso anno, inoltre, è stata avviata una sperimentazione incentrata su una collaborazione innovativa tra mondo dell’alta formazione e Amministrazione regionale.

 “La III edizione dei dottorati industriali, oltre a mantenere le due distinte tipologie, prevede anche una nuova e importante novità che riguarderà le aree tematiche alla base della nuova Fondazione Rome Technopole” ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione, Paolo Orneli.

RomeTechnopole è il nuovo hub multi-tecnologico e transdisciplinare per la didattica, la ricerca e il trasferimento tecnologico che, a partire dalle grandi eccellenze scientifiche presenti nel Lazio e dal coinvolgimento dei settori industriali più innovativi, svilupperà tre aree tematiche di grande impatto per una nuova politica industriale a livello nazionale ed europeo: transizione energetica e sostenibilità, trasformazione digitale, bio-farmaceutico e salute. Questo nuovo grande ecosistema dell’innovazione si avvarrà delle risorse del PNRR, a cui si aggiungeranno quelle della programmazione europea 2021-2027 della Regione Lazio.

“I dottorati 2022 – ha concluso Orneli – saranno collegati con le iniziative della Fondazione, una volta entrata in operatività, individuando anche modalità di reciproco riconoscimento degli apprendimenti. Un ulteriore passo in avanti dell’iniziativa che si conferma un unicum nel panorama nazionale”.

Per informazioni https://www.regione.lazio.it/notizie/Cinque-milioni-ricerca-pubblicate-graduatorie-dottorati-industriali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here