“I venti di guerra rafforzano la necessità di prorogare le moratorie su crediti”. Lo afferma a MF-Milano Finanza Carla Ruocco, presidente della Commissione bicamerale d’inchiesta sul sistema bancario.

“Già nel decreto Milleproroghe avevo presentato un emendamento in materia. Alla fine non è passato, ma è passata la linea con modifiche migliorative sugli oneri che le imprese devono sostenere sui finanziamenti fino a 30mila euro. Adesso è tempo di continuare su questo passo”.

“Garantire liquidità è un’operazione che si attua nel breve termine, ma guarda a un orizzonte di medio e lungo periodo permette che sul mercato restino le imprese sane”.

Le banche si preparano a gestire gli oltre 40 miliardi di unlikely to pay in bilancio e, soprattutto, i circa 200 miliardi di crediti in stage 2 che si cercherà di preservare dal deterioramento. Anche su questi temi, per la deputata pentastellata, il tavolo europeo è dirimente. “Come per tante regole anche in questo caso siamo davanti a norme che si pretende vadano bene per tutti, mentre non verificano la qualità del credito che gli istituti hanno in bilancio”, continua Ruocco.

Abbiamo anche presentato una proposta che vuole andare incontro alle persone in difficoltà nel pagamento dei prestiti bancari. Per evitare il rischio che possano perdere la casa, l’iniziativa prevede la vendita a un fondo e che il moroso possa pagare un affitto per un periodo di 10 anni, Alla fine il locatario potrà riscattare l’immobile a prezzo preventivato e di mercato. Su questa proposta, al momento, è in corso un tavolo”, conclude.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here