La commissione Sviluppo economico e attività produttive del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Marietta Tidei (gruppo Misto), oggi ha dato il via libera all’unanimità alla modifica del Testo Unico del commercio che consentirà ai commercianti di derogare al divieto di promuovere vendite promozionali nei trenta giorni che precedono l’inizio dei saldi estivi, che quest’anno partiranno il primo agosto. Inoltre, la Giunta regionale potrà estendere la deroga a tutto il 2020 qualora il Governo decidesse di prorogare la durata dell’emergenza da Covid-19.

Sono queste le due novità introdotte dalla proposta di legge n. 215 del 4 maggio 2020, di due soli articoli, che oggi la commissione ha interamente riscritto con l’approvazione di un proprio emendamento condiviso da tutti. Il nuovo testo – resosi necessario dopo che la Conferenza Stato-Regione aveva indicato a tutte le regioni il primo agosto come data di inizio dei saldi estivi – aggiunge due commi all’articolo 34 del Testo Unico del commercio (legge regionale n. 22 del 2019). Con il primo (8 bis) cade il divieto di effettuare le vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti l’inizio dei saldi, “per fronteggiare la crisi del sistema economico della Regione causata dall’emergenza epidemiologica legata al Covid-19 e favorire la ripresa delle attività commerciali e degli acquisti da parte dei consumatori, limitatamente alla stagione estiva 2020”, si legge nel testo. Con il secondo comma (8 ter), invece, si concede la possibilità alla Giunta regionale, “sentite le organizzazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative, previo parere della commissione consiliare competente”, di estendere la deroga a tutto il periodo di durata dell’emergenza legata al Covid-19 “deliberato a livello statale”.

Questo provvedimento è stato ritenuto da tutti i consiglieri molto importante per la ripresa delle attività commerciali nel Lazio, richiesto anche dalle organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative del settore. Per questo motivo, la presidente Tidei ha annunciato che chiederà di inserirlo come integrazione all’ordine del giorno della seduta già prevista per dopodomani, mercoledì 27 maggio.

L’emendamento è stato sottoscritto da tutti i membri della commissione e votato oggi all’unanimità dalla presidente Tidei, dai vicepresidenti Massimiliano Maselli (FdI) e Francesca De Vito (M5s) e dai consiglieri: Enrico Maria Forte, Marta Leonori, Sara Battisti e Michela Califano del Partito democratico; Gianluca Quadrana (Lista Civica Zingaretti), Roberta Lombardi (Movimento 5 stelle); Giancarlo Righini (Fratelli d’Italia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here