Torna a Lanuvio, dall’1 al 4 dicembre, il Festival della Maza. L’evento, giunto alla quinta edizione e ideato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Lanuvio e da Benedetta Rizzo, vedrà protagonista l’antica focaccia lanuvina che veniva offerta al Serpente di Giunone Sospita. L’amministrazione comunale di Lanuvio ha ben compreso il valore storico dell’antico rito e ha voluto per questo riproporlo e recuperarlo attraverso l’organizzazione negli anni di questo festival che intende promuovere la conoscenza storica, archeologica e gastronomica della città di Lanuvio.
Il programma del Festival della Maza sarà anche quest’anno ricchissimo: si inizierà giovedì 1 dicembre, nel pomeriggio, con un laboratorio di archeologia sperimentale dedicato ai bambini sul mestiere del restauratore a cura dell’associazione ChissàDove. Venerdì 2 dicembre si celebrerà istituzionalmente nell’aula consiliare del Comune di Lanuvio il gemellaggio con la città spagnola di Godella, nel nome del grande tenore Giacomo Lauri Volpi, nato a Lanuvio e vissuto nella cittadina iberica. Nel pomeriggio si svolgerà una visita guidata al Museo Diffuso di Lanuvio insieme con la delegazione di Godella alla quale si aggiungerà una delegazione della città di Paestum, neo gemellata con Lanuvio.
In chiusura di giornata ci sarà un altro laboratorio di archeologia sperimentale dedicato ai bambini sulle pitture senza tempo sempre a cura dell’associazione ChissàDove. Sabato 3 dicembre si terrà, nell’aula consiliare del Comune, la celebrazione istituzionale del gemellaggio archeologico con la città di Paestum seguita da una visita guidata di Lanuvio, insieme con le delegazioni delle città gemellate, a cura del direttore del Museo Civico Lanuvino, Luca Attenni. Nel pomeriggio si inizierà con il laboratorio per bambini sulla panificazione nel mondo romano a cura dell’associazione culturale Phoenix Lanuvium, seguirà un omaggio a Giacomo Lauri Volpi, cantato e raccontato dal tenore Donato Leoni.
Domenica 4 dicembre si partirà con una visita guidata all’antica Lanuvium, alla quale seguirà lo spettacolo coreografico “La Dea e il Serpente” a cura dell’associazione Le Fanciulle del Tempio; la mattinata proseguirà con la cottura e la degustazione della Maza presso il forno storico Ripanucci a cura di Giuseppe Verri e con il laboratorio sulle acconciature nel XXI Secolo a cura del campione Massimiliano Pinton presso il Museo dell’Acconciatura di Lanuvio. Il pomeriggio, invece, è previsto il laboratorio per bambini sulla lavorazione dell’argilla “Ex Voto agli Dei”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here