“In un momento di aggravio delle spese energetiche, l’amministrazione risponde posticipando gli investimenti sulla manutenzione e sull’efficienza. Interventi che avrebbero già risorse disponibili, ma che vengono rimandati per incapacità progettuale e di spesa.
Quindi da una parte aumentano degrado e bollette, ma dall’altra vanno a posticipare o addirittura a tagliare opere fondamentali, come l’efficientamento energetico delle case popolari e degli immobili comunali. 
Sul fronte delle opere di manutenzione, l’unica cosa che si è stati in grado di fare è esternalizzare le attività ad Anas, ma lasciando ferma la macchina comunale. Pensiamo alla manutenzione di alcune strade o anche alla riparazione del Ponte dell’Industria, congelata in attesa di un decreto del governo che dia il via libera all’intervento di Anas.
Per non parlare dei Municipi, a cui sono state date risorse per la manutenzione stradale senza prendere in considerazione la loro effettiva capacità di impegno e intervento. 
Tutto ciò è sintomo di scarsa capacità di progettazione e spesa da parte di questa maggioranza. Sono molto preoccupata del grande flop che Roma potrebbe fare nella gestione dei fondi ordinari, ma anche di quelli cospicui legati al PNRR”.
Così in una nota Linda Meleo, Capogruppo M5S in Campidoglio, in occasione della discussione della delibera di variazione del bilancio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here