Approvata in IX Commissione la proposta di legge n. 291 del 15 aprile 2021 concernente “Disposizioni per la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro e del benessere lavorativo”. La legge si compone di 15 articoli e dispone una serie di interventi al fine di migliorare la qualità delle condizioni di lavoro tra cui il “Piano strategico regionale in materia di salute e di sicurezza sul lavoro” di durata biennale e volto alla diffusione della cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro con appositi meccanismi di comunicazione, vigilanza e partecipazione. Il provvedimento mira, inoltre, a prevenire i rischi di infortuni e le malattie professionali, nonché a contrastare il lavoro irregolare, le diseguaglianze e lo sfruttamento, la violenza e le molestie, comprese quelle di genere.

A pochi giorni di distanza dall’approvazione in aula della legge sulla qualità del lavoro negli appalti pubblici e dalla presentazione del vademecum per la prevenzione delle cadute dall’alto, oggi in IX Commissione abbiamo dato l’ok ad un’altra legge fondamentale e all’avanguardia sui temi della sicurezza e del benessere psicofisico dei lavoratori e delle lavoratrici. Ringrazio tutte le colleghe, i colleghi e le parti sociali che durante l’esame in Commissione hanno contribuito ad arricchire il testo che sarà finanziato con 2,1 milioni di euro nel biennio 2022-2023 e prevede, tra le novità, l’introduzione di un apposito protocollo con l’ANMIL per sensibilizzare su questi temi tramite la testimonianza diretta delle vittime degli infortuni sul lavoro, l’istituzione di uno sportello informativo presso l’agenzia regionale competente, un focus sul tutoraggio a favore degli studenti nei percorsi di alternanza scuola-lavoro e l’istituzione di un registro delle imprese che adottano codici etici basati sul principio di responsabilità sociale. Un provvedimento di cui andare orgogliosi e che fa parte di un impegno ormai consolidato da parte della giunta Zingaretti con il quale abbiamo restituito priorità politica e sociale ai temi del lavoro di qualità” dichiara Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione lavoro Consiglio regionale del Lazio.

La legge è finanziata con 2,1 milioni di euro per il biennio 2022/2023, destinati a interventi di prevenzione con premialità (anche sotto forma finanziaria) per le imprese che rispettano le disposizioni normative in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e che applicano determinati standard contrattuali e organizzativi del lavoro, promuovendo la contrattazione collettiva. La legge promuove anche percorsi di formazione e informazione con campagne mediatiche ed eventi che coinvolgono le scuole e le istituzioni formative di ogni ordine e grado, nonché attività per accrescere le conoscenze e delle competenze in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, dedicate ai lavoratori e alle lavoratrici, i rappresentati dei lavoratori per la sicurezza, ai datori di lavoro, alle piccole e medie imprese, studenti e docenti. Infine, è destinata la somma di 100 mila euro per il supporto alla Giornata regionale per la salute e sicurezza sul lavoro, istituita il 1° ottobre di ogni anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here