Fp Cgil di Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti, Uil Fpl Roma e Lazio e le Centrali Cooperative Agci Solidarietà Lazio, Confcooperative Federsolidarietà Lazio e Legacoopsociali Lazio invitano gli organi di informazione a partecipare al presidio che si terrà domani 13 gennaio 2021, alle ore 10.00, sotto l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma Capitale, in viale Manzoni.

“Insieme a larga parte del tessuto sociale e politico della città, è fondamentale sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema urgente quanto delicato, scongiurando un drastico peggioramento dell’assistenza alle fasce più fragili della società con il taglio di circa 28 milioni, previsto in bilancio dal Comune di Roma per le politiche sociali. Con una media del 30% di risorse in meno, i Municipi dovrebbero garantire gli stessi servizi con minori risorse, l’esatto opposto di quello che servirebbe al sistema di welfare cittadino”  precisano le Organizzazioni.

“L’assistenza domiciliare, l’assistenza all’integrazione degli alunni disabili e quella agli anziani hanno già pagato il prezzo delle riduzioni e delle tardive rimodulazioni, non garantite in modo omogeneo sul territorio, a cui si sono aggiunte problematiche nella fatturazione per i servizi svolti. Oltre alla necessità di affrontare una volta per tutte le tante questioni aperte, è urgente scongiurare che il bilancio 2021 preveda un netto taglio a questi servizi. Il rischio è che siano lavoratori e famiglie, già in difficoltà, a pagare la miopia dell’Amministrazione e l’ulteriore contrazione dei servizi” così le Organizzazioni Sindacali e le Centrali Cooperative.

“E’ necessario, inoltre, che sulle politiche sociali si apra un confronto decisivo e continuo per risolvere le criticità che si stanno trascinando, dalle questioni legate ai ritardi di fatturazione e alle disomogeneità di riconoscimento economico legate ai servizi rimodulati durante l’emergenza Covid (nonostante l’accordo quadro di maggio scorso), all’adeguamento delle tariffe dei servizi all’aumento previsto dal CCNL Cooperative Sociali, rinnovato già da 2 anni”.

“In gioco ci sono qualità e condizioni di vita della parte più fragile della società, a cui l’Amministrazione cittadina ha il dovere di dare una risposta adeguata ed estesa”, concludono Fp Cgil di Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti, Uil Fpl Roma e Lazio e le Centrali Cooperative Agci Solidarietà Lazio, Confcooperative Federsolidarietà Lazio e Legacoopsociali Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here